I primi secondi della Creazione

L’ oggetto del nostro studio e’ luce perché e’ con la luce che le cose sono state create. Luce in ebraico si dice OR  אר. Queste radicali, Alef e Resh,  costituiscono il segno della Potenza,  e del Movimento. Lette al contrario  רא significano il raggio che parte dal centro e va verso la circonferenza.

Ad ognuno di noi e' dato il compito di essere un canale di luce per rivelare al mondo l'armonia del creato e del Creatore. Nessuno si può sottrarre a questo compito senza  pagarne il prezzo, e il prezzo e' essere ricacciati nel buio. Cosa dobbiamo fare per essere un canale per la Luce? Dobbiamo avere le stesse proprietà della Luce. Gesù disse di essere la Luce del mondo e ci ha impegnati ad essere come lui;

“In verità, in verità io vi dico: Io vi pongo ad essere la luce di questo popolo. Una città posta sopra un monte non può essere nascosta.  3 Nefi 12:14

Noi possiamo comprendere solo alla misura di luce che è in noi. Qui c’è il principio di equivalenza della forma. Molti non capiscono la luce perché sono nelle tenebre.[1] Per quanto in buona fede possiamo essere se non siamo in armonia con la luce (di Verità) non possiamo progredire.

DeA 45 Poiché la parola del Signore è verità, e tutto ciò che è verità è luce, e tutto ciò che è luce è Spirito, sì, lo Spirito di Gesù Cristo.

 La luce e’ la vera protagonista della creazione.

La Cabala ci aiuta a comprendere i primi momenti della Creazione mediante lo studio dei numeri e dei significati delle lettere ebraiche, in particolare lo studio del nome di Dio, il tetragramma YHWH, Yod, He, Wav, He. La potenza di questo nome e' racchiusa nel significato della sua prima lettera, la    Yod, che per esteso si scrive  Yod, Wav e Dalet, יוד il cui valore numerico e' 10+6+4=20. Studiando il  pittogramma di queste lettere,  possiamo comprendere i primi secondi della Creazione. 

La Yod assomiglia ad un puntino e indica il primo punto di luce che apparve nel buio; usando il linguaggio della fisica, e’ il punto della dimensione 0, il punto in cui spazio e tempo sono coincidenti. La Wav, la seconda lettera, e’ una linea e allude al punto di luce che scende nello spazio mono dimensionale. La Dalet, la terza lettera, una linea verticale e una orizzontale, rappresenta l'espansione in un sistema bidimensionale. La parola Yod, che come abbiamo detto, e’ la prima lettera del nome di Dio, YHWH, (26) rappresenta allora la dinamica della creazione, come una graduale transizione ed evoluzione dalla dimensione 0 alla multi dimensione.

La creazione e’ avvenuta nel segno della divisione e separazione, di “questo” da “quello”, la separazione della luce dalle tenebre. (il testo usa il verbo בדל badal [2])  Noi allora viviamo in uno stato di separazione dalla luce. Ma in questa separazione ci siamo portati dietro delle scintille di luce, un vago ricordo del mondo da dove veniamo, e solo tramite queste possiamo comprendere la Luce Superiore. Questo contenere qualcosa dentro di te che ti fa capire qualcos'altro della stessa natura al di fuori di te si chiama "interclusione".

In seguito il 10 si scompose nel 6 e nel 4. Cosa significa? Normalmente quando un numero si scompone (divide) si scende in basso, quando si compone (somma) si sale in alto [3]. Quindi prima c’erano 10 dimensioni che vennero divise nel mondo delle sei dimensioni, che chiameremo lo spirituale, ciò che non si vede, e nel mondo delle 4 dimensioni, il materiale, ciò che si vede.

Albero della vita  composto da tre triangoligif

Se collochiamo queste suddivisioni nell’Etz Chayyim, Albero della Vita, vediamo chiaramente che il mondo spirituale corrisponde alle 6 sefirot superiori (i due triangoli superiori), che sono sei caratteristiche o attributi della Divinità non visibili e le quattro visibili inferiori. 

Ma quante dimensioni?

Gli ultimi sviluppi delle teorie cosmologiche hanno portato gli scienziati a considerare l’esistenza di dimensioni a noi ora attualmente sconosciute. Uno dei problemi della fisica e’ integrare le forze conosciute in una unica forza energetica

Attualmente esistono cinque maggiori energie:

1.   energia elettrica

2.   energia magnetica

3.   interazione nucleare debole

4.   integrazione nucleare forte

5.   gravità

La teoria attualmente in via di sviluppo, che sembra coniugare tutte queste forze e’ la teoria delle supercorde.

Nella fisica moderna tanto più un'idea o una teoria dimostra di essere semplice e simmetrica tanto più essa viene vista con favore. C'è una profonda convinzione tra gli scienziati che le leggi fondamentali della materia e la sua struttura interna siano armoniche e semplici.

 E’ il miracolo dell’unità e per ottenerlo bisogna che tutto quello che e’ in alto sia uguale a quello che e’ in basso. Ovunque nell’universo, sopra e sotto, in cielo e in terra, nel macrocosmo come nel microcosmo, a ogni livello di manifestazione, regnano incondizionatamente le medesime leggi, cui l'uomo e' soggetto. Queste leggi sono di natura fisica, biologica, chimica ecc., ma sono anche di natura morale. La teoria delle super-corde sta riportando semplicità e simmetria nelle leggi della materia. Dunque la scienza è pronta a rinunciare a molti dei modelli più razionali per accettare un modello così fantasioso e fantastico come quello delle super-corde, tutto per poter arrivare all'unione delle quattro forze primarie.

Oggi invece nella quasi totalità dei vari settori scientifici va facendosi sempre più importante la ricerca del come la creazione sia incominciata. Senza conoscere ciò non è possibile comprendere quanto succede nel presente. L'aspirazione all'unità è legata al desiderio di conoscere ciò che esisteva agli inizi.

 [1] 7 Poiché, in verità vi dico che io sono l’aAlfa e l’Omega, il principio e la fine, la luce e la vita del mondo — una bluce che brilla nelle tenebre, e le tenebre non la comprendono.

[2] Da questa radice discendono tutte le idee di separazione e isolamento. Dall'idea di separazione nasce l’idea di apertura; apertura delle labbra che genera il parlare.

[3] Ad esempio il 10 per somma dello 1+0= 1







Albero della vita  composto da tre triangoligif